ACQUA

TECNICA CRANIO-SACRALE (CRANIOSACRAL THERAPY)

La Tecnica Cranio-Sacrale è una tecnica manuale molto delicata, non invasiva, che risponde a moltissimi problemi legati al benessere e alla salute, tra cui: mal di testa, disfunzioni temporo-mandibolari, dolori persistenti al collo e alla schiena, affaticamento cronico, problemi agli occhi, depressione endogena, iperattività, disturbi del sistema nervoso centrale, ecc.

UN PO’ DI STORIA

Il Dott. John Upledger è il fondatore della tecnica\terapia manuale da lui coniata col nome “CranioSacral Therapy”, tradotta in Italia come Tecnica Cranio-Sacrale.

Prima di lui esisteva soltanto l’Osteopatia Cranica del Dott. W. G. Sutherland che Upledger rivoluzionò e sviluppò dando vita a questo nuovo approccio.

TECNICAMENTE PARLANDO…

Il sistema cranio-sacrale è un sistema fisiologico riconosciuto solo di recente. E’ connesso al sistema nervoso centrale, al sistema neuromuscoloscheletrico e a quello endocrino. Le strutture che lo delimitano sono le membrane meningee. Attraverso questo sistema circola e viene assorbito il liquido encefalo-rachidiano.

Con le mani è possibile percepire questo ritmo quasi su ogni parte del corpo.

Quando alcune parti del nostro corpo non si muovono ritmicamente in risposta al delicato stimolo del sistema cranio sacrale, siamo in grado di localizzare le aree di disturbo.

Si compone di un sistema di membrane dette meningi, un fluido cerebrospinale contenuto al suo interno, di strutture nelle membrane in grado di controllare il flusso e il deflusso del fluido nel sistema.

Esso influenza tutte le funzioni corporee perché il sistema racchiude e condiziona il cordone spinale e cerebrale , come anche la ghiandola pineale e pituitaria. Poiché l’encefalo (cervello) e il midollo spinale sono gli elementi fondamentali di controllo del sistema nervoso, è facile intuire l’importanza del sistema cranio sacrale sul buon funzionamento di moltissime funzioni corporee. Poiché questo liquido coinvolge anche la ghiandola pineale e l’ipofisi, esso è in grado di esercitare uno straordinario effetto regolatorio sulla funzionalità del sistema endocrino e sugli ormoni che produce.

E’ stato dimostrato che l’ossatura del cranio è soggetta ad un continuo, progressivo movimento in rapporto ai costanti cambiamenti di pressione del fluido. Quando le ossa craniche perdono la propria capacità di movimento e adattamento, la funzione del sistema cranio sacrale inizia ad essere compromessa e possono sopraggiungere sintomi precisi.

La terapia cranio sacrale inizia ad essere riconosciuta da alcune comunità odontoiatriche come trattamento valido nei casi di sindrome dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM).Risultati molto buoni sono riscontrati nell’area del dolore cronico, che può presentarsi ovunque nel corpo e per qualunque motivo.

 NON SOLO IL CORPO, MA ANCHE LE EMOZIONI..

Le emozioni vengono gestiste diversamente da ognuno di noi e, sulla base di questo principio, possono essere in grado di trasformare il corpo, di provocare una malattia o una guarigione, di mantenere la salute o indebolire l’organismo.

L’evoluzione del metodo Cranio Sacrale si avvale di una particolarissima tecnica di Rilascio Somato-Emozionale (SomatoEmotional Release) che facilita lo scioglimento della componentistica emotiva creatasi precedentemente o in seguito alla nostra disfunzione o trauma fisico.

QUANTI METODI ESISTONO?

Oggi il termine “Cranio-Sacrale” è spesso abusato. La divulgazione della CranioSacral Therapy del dott. Upledger ha incoraggiato altri a sviluppare approcci diversi basati sui fenomeni cranio-sacrali, il che potrebbe indurre a pensare erroneamente che tutti gli approcci cranio-sacrali siano identici.

 

TERAPIA O TECNICA?

La CranioSacral Therapy, avendo come obiettivo il benessere, non è professione sanitaria e chi la applica non svolge attività riservata alle professioni sanitarie.

In questo senso il termine “terapia” non è inteso in un’accezione strettamente sanitaria, bensì in riferimento alla nozione estensiva di “salute” (e quindi inevitabilmente anche di “terapia”) così come formulata dall’OMS: “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia“.

Se la salute viene definita in questa maniera è inevitabile che il suo raggiungimento o il suo ripristino non possa passare esclusivamente per la funzione delle professioni sanitarie. La Tecnica Cranio-Sacrale ed il Rilascio Somato-Emozionale sono pertanto anche impiegate in ambito sanitario come risorse complementari e aggiuntive, sempre e comunque su indicazione e sotto la responsabilità di personale sanitario, in linea con la loro storia e la loro tradizione.
Francesca Soncini tel. 349 2946767

a Gualtieri o Reggio Emilia